Home NEWS Assistenza specialistica per alunni diversamente abili nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie...

Assistenza specialistica per alunni diversamente abili nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I grado.

155
0

L’assistenza specialistica per gli alunni diversamente abili si inquadra nel più generale obiettivo del Progetto Educativo Individualizzato che la scuola e le agenzie territoriali formulano in sinergia al fine di promuovere l’integrazione dell’alunno disabile nella sua interezza e specificità, potenziando capacità di autonomia personale e comunicativa all’interno e all’esterno della scuola. L’assistenza specialistica affianca il lavoro di tipo educativo-didattico dei docenti ed è svolto da personale qualificato che si muove nell’area educativa.

Gli obiettivi del servizio, pertanto, sono: favorire, in collaborazione con la scuola e con le famiglie, l’armonico sviluppo evolutivo di tutti i minori; consentire una positiva fruizione dell’offerta formativa scolastica; promuovere l’espressione delle potenzialità personali e la reale integrazione dell’alunno nel contesto operativo scolastico; favorire lo sviluppo di corrette e soddisfacenti relazioni con i compagni di scuola e con i docenti di riferimento;  incrementare l’autonomia personale degli alunni diversamente abili nel rispetto dei limiti determinati dalla tipologia della disabilità; prevenire situazioni di rischio, valorizzando modelli di comportamento positivi;
promuovere il confronto sinergico tra i soggetti della Rete territoriale per i minori disabili ASL, centri di riabilitazione, scuola, servizi sociali, associazioni ecc.

La tipologia e la frequenza delle prestazioni rese, devono essere descritte in idoneo programma d’intervento individualizzato, dovranno essere coerenti con quanto previsto dal Piano Educativo Individualizzato (P.E.I.) formulato dalla scuola in sinergia con i servizi territoriali.

Gli  operatori dovranno svolgere le seguenti mansioni: cooperare come figura professionale complementare alla realizzazione di attività funzionali al progetto didattico educativo;  attuare gli interventi educativi assistenziali tesi a favorire la comunicazione, la relazione, l’autonomia e i processi dell’apprendimento.
Inoltre si dovranno stimolare le attitudini espressive, manipolative, costruttive, finalizzate a valorizzare le potenzialità individuali degli alunni disabili; cooperare con le altre figure professionali presenti nell’ambito scolastico integrandosi con le attività assistenziali di base ed educativo-didattiche operate da personale docente e non docente; cooperare nelle attività tese a fornire stimoli adeguati per lo sviluppo di competenze psicomotorie, linguistiche, intellettive; favorire lo sviluppo di corrette e soddisfacenti relazioni con il gruppo dei pari.

Le azioni dovranno coinvolgere tutto il gruppo classe al fine di accrescere l’integrazione scolastica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui