Home NEWS AVVISO PUBBLICO SERVIZIO TUTORAGGIO ex art. 91 Reg. Reg. 4/2007 e s.m.i....

AVVISO PUBBLICO SERVIZIO TUTORAGGIO ex art. 91 Reg. Reg. 4/2007 e s.m.i. OSTUNI – AREA MINORI

501
0

Si informa la cittadinanza che sono aperti i termini per la presentazione delle domande per l’accesso al Servizio di SERVIZIO TUTORAGGIO ex art. 91 Reg. Reg. 4/2007 e s.m.i.– area minori 

PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO
Il SERVIZIO TUTORAGGIO, ai sensi dell’art. 91 Reg. Reg. 4/2007 e s.m.i. è un “servizio che assume la responsabilità d’interventi personalizzati nell’ambito di progetti d’inclusione sociale per minori, adulti e anziani, definiti in relazione alle specifiche situazioni di bisogno. L’intervento di tutoraggio è rivolto a soggetti con problemi relazionali, di socializzazione e comportamentali, ha lo scopo di rafforzare i legami nel sistema delle relazioni significative familiari e comunitarie”.
Nel caso specifico, il servizio proposto si rivolge all’area minori e si configura quale struttura socio educativa, di tipo aperto che ha lo scopo di offrire una risposta qualificata ai bisogni di sostegno, di recupero, di socializzazione, di aggregazione, di gestione del tempo libero, di partecipazione alla vita sociale, culturale, ricreativa e sportiva dei soggetti in età evolutiva.
Il Centro ha sede a Ostuni (Br) presso i locali comunali in Via Conte Tancredi, già sede del medesimo servizio in favore di adulti con problematiche psicosociali.
Il Servizio è attivo dalla data di avvio e sino al 31 luglio, prevista la sospensione nel mese di agosto, con ripresa delle attività a partire dal 1 settembre. Le attività saranno indicativamente svolte in orario pomeridiano, dal lunedì al venerdì dalle ore 15.00 alle 18.00.

FINALITÀ E OBIETTIVI
Il SERVIZIO TUTORAGGIO – area minori, in stretta collaborazione con i Servizi territoriali e le realtà culturali, formative e di socializzazione, mediante l’utilizzo di modalità operative basate sull’integrazione sociale, è finalizzato a favorire la crescita e la socializzazione del minore.
Tra gli obiettivi prioritari si propone di:
• favorire la crescita del minore promuovendone il benessere psicofisico;
• sostenere ed affiancare la famiglia nella sua azione educativa;
• prevenire situazioni di disagio.
Gli obiettivi specifici promossi dal Centro sono:
• supporto alla genitorialità;
• la socializzazione e l’integrazione nella comunità locale;
• il sostegno didattico;
• lo sviluppo dell’autonomia

DESTINATARI DEL SERVIZIO
L’intervento di tutoraggio, condotto nei locali del Centro situato ad Ostuni, è aperto alla partecipazione anche non continuativa di soggetti con problemi relazionali, di socializzazione e comportamentali con bassa compromissione delle autonomie funzionali, ha lo scopo di rafforzare i legami nel sistema delle relazioni significative familiari e comunitarie.
Il Servizio si rivolge a minori di età compresa tra i 6 e i 18 anni portatori di disabilità ai sensi della Legge 104/92, articolo 3, co. 1., residenti nel Comune di Ostuni.
Possono accedere al Servizio fino ad un massimo di 10 minori.

ATTIVITÀ
Le attività previste sono orientate al raggiungimento degli obiettivi individuati nei progetti educativi personalizzati per ciascun minore e potranno interessare le seguenti aree:
• il minore in relazione a sé stesso: colloqui motivazionali, educativi e di orientamento;
• il minore in relazione al gruppo: attività di socializzazione e di integrazione attraverso percorsi ludici, ricreativi, laboratori artistico – espressivi, manuali, attività sportiva;
• il minore in relazione alla scuola: attività di potenziamento e recupero degli apprendimenti scolastici attraverso attività e strumenti diversi (uso del computer, laboratori tematici, gruppi di studio, ecc.);
• il minore in relazione alla famiglia: colloqui con le famiglie; attività socializzanti per la condivisione di esperienze comuni; sostegno alla genitorialità;
• il minore in relazione al contesto sociale: organizzazione e partecipazione a feste ed eventi a carattere socio-culturale e ricreativo e tornei sportivi; organizzazione uscite sul territorio.

MODALITÀ DI ACCESSO AL SERVIZIO
L’accesso al Servizio segue la procedura ad evidenza pubblica prevede la presentazione della richiesta di ammissione compilata su apposito modulo, corredata di diagnosi funzionale oltre che di SCALA DI VALUTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DELLA VITA QUOTIDIANA – INDICE DI BARTHEL – redatta a cura dello specialista di riferimento. Ai fini dell’ammissione viene considerato idoneo il potenziale beneficiario che all’esito della compilazione della Scheda Barthel, attesa la necessaria bassa compromissione delle autonomie, rientri nella fascia di punteggio 20 – 40.
La modulistica per l’iscrizione è disponibile presso la sede dei Servizi Sociali del Comune di Ostuni, sul sito dell’ente e sui canali social ufficiali; potrà essere inoltrata all’indirizzo mail
segretariatociisaf.ostuni@programmasviluppo.it allegando il documento di identità del genitore o tutore che presenta la domanda entro il giorno 15 aprile.

AMMISSIONE AL SERVIZIO
L’ammissione al Servizio avverrà, previa valutazione delle istanze pervenute e conseguente ammissione dei fruitori in possesso dei requisiti in interesse, secondo l’ordine progressivo della graduatoria, con scorrimento automatico in caso di rinuncia. Nell’eventualità di disponibilità di posti, dopo la scadenza del presente bando, l’équipe di valutazione (composta dal Servizio Sociale Professionale territorialmente competente e da un referente all’uopo individuato dal soggetto gestore) esaminerà periodicamente le domande pervenute, tenendo conto della data di presentazione della domanda ai fini dell’eventuale lista d’attesa per l’accesso al servizio.

DIMISSIONI E RINUNCE
Le dimissioni possono essere concordate nel caso di rinuncia al servizio da parte degli esercenti la potestà genitoriale al venir meno della situazione di bisogno che ha determinato la richiesta.
Qualora si verifichino situazioni per cui l’equipe educativa non ritenga possibile attuare il Progetto Educativo Individualizzato previsto, né porvi revisione significativa nell’interesse degli iscritti, oltre che nei casi di violazioni gravi e reiterate delle indicazioni date, interruzione del rapporto reciproco di fiducia e collaborazione tra servizio e famiglia e reiterazione nel tempo di lunghi periodi di assenza ingiustificata, il soggetto gestore, a mezzo di relazione scritta, si riserva di chiedere al Servizio Sociale Professionale territorialmente competente la dimissione.

ALLEGATI
Avviso_pubblico_Ostuni_91minori_3_
istanza_ammissione(3)
scheda Barhtel

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui